Aria di Primavera

Leggere in Primavera - il tempo della leggerezza

E anche quest'anno è arrivata la primavera: fra un po' se ci va bene potremo dire addio a cappotti e giacche pesanti per alleggerire il guardaroba...

...e forse non solo quello.

Infatti, se l'inverno mi ha sempre ispirato un certo tipo di letture (serie, piuttosto pesanti direi), con la bella stagione arriva il momento di scrollarsi di dosso i lunghi mesi passati, anche grazie a letture meno impegnative, o magari capaci di mettermi in contatto con il mondo esterno, come diari di viaggio, storie ambientate in città straniere, e così via.

In pratica, una versione cartacea (o digitale) di quelle belle gite che si fanno nel periodo di Pasqua (per inciso così "ritardataria" quest'anno...), o dei viaggi da scolari ai tempi delle scuole superiori.

Ma non solo: proprio grazie al ritorno del bel tempo, c'è anche chi decide di mettere in pausa le proprie letture per concedersi una passeggiata o un giro in bicicletta, e non c'è niente di male in questo, soprattutto se magari ci si è fatti ossessionare troppo a lungo da "obiettivi" poco realistici o da vere e proprie gare con altri lettori o bookblogger.

Relax and take it easy, in fondo i libri ci aspettano pazienti, no?

E poi ogni tanto è bello anche vivere la nostra storia, invece di seguire quelle scritte da altri, non vi sembra? 

Insomma, meno letture e meno impegnative, questo il mio motto da lettore primaverile: ed ecco perché ho deciso di inaugurare la nuova stagione con questo post altrettanto leggero di pensieri in libertà, senza troppe pretesé né appigli ai criticoni (che ahinoi, ogni tanto tornano a farsi sentire nei commenti, come avrete notato!).

Ma questa ovviamente è solo la mia esperienza personale: voi invece, come reagite al ritorno in grande stile di Madre Natura?

Se volete dire la vostra, e magari consigliare qualche titolo interessante che state leggendo in questi giorni, lasciate un commento: alla prossima :) 

Commenti

  1. Al contrario di ciò che dici io mi sento più attiva, fisicamente e mentalmente, nelle stagioni fresche e fredde.
    Le stagioni tiepide e calde mi infastidiscono, perché è come se smorzassero la mia immaginazione. Lieto giorno.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Ciao! In questo periodo dell'anno io spesso metto un pochino da parte i libri per fare qualche passeggiata e stare di più all'aria aperta. Non so bene perché, ma quando finisce l'inverno ho la sensazione di essere stata troppo ferma, anche se faccio sport regolarmente. Comunque, appena prenderò in mano qualche lettura un po' easy ed adatta al periodo ne scriverò sicuramente!

    RispondiElimina
  3. Beh, ovviamente anche io mi godo maggiormente il bel tempo... Ma poi, per dire, leggere al parco un bel libro o fumetto, magari dopo aver fatto due passi... è un buon compromesso XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre quando non sei occupato a salvare il mondo con il tuo utilissimo blog.S.C.

      Elimina
    2. Wao, vedo che sono famoso anche qui... magari salvo te e non il mondo, mi pare tu abbia più bisogno d'aiuto, Esseccì... :)

      Moz-

      Elimina
  4. good post 😊 would you like to follow each other? if the answer is yes, please follow me on my blog & i'll follow you back. https://camdandusler.blogspot.com

    RispondiElimina

Posta un commento