E-book o Cartaceo?

Dilemmi da lettori - ebook o cartaceo?

Ci sono dilemmi che sembrano non risolversi mai, capaci come pochi altri di scatenare le discussioni più accese, di dividerci in vere e proprie tifoserie:

Ad esempio:

Mare o Montagna?

Panettone o Pandoro?

Fan o Critici di Sara Rattaro? (battutaccia, lo so)

Ma soprattutto... 

E-book o cartaceo?

Ebbene sì, quest'ultima domanda me la sto facendo anch'io, e da un po'.

Da un lato, infatti, abbiamo la comodità di trasporto (leggere ovunque, anche in bus), risparmio di spazio (migliaia di volumi in un solo lettore!), e in generale prezzi più convenienti (anche se il rischio ciofeca è sempre dietro l'angolo); ma anche un certo senso di freddezza, quasi una mancanza di connessione con il testo (un commento che ho sentito spesso).

Dall'altro, invece, abbiamo una mancanza di comfort, ma anche il sentore unico della carta stampata (più o meno "matura"...), il suono discreto delle pagine sfogliate, e più in generale una sensazione quasi fisica di contatto con ciò che stiamo leggendo.

E-book o cartaceo, chi (con)vince?
E-book, "bello senz'anima?"

In sostanza, da una parte una serie di indubbi vantaggi pratici, dall'altra una qualità meno oggettiva e quindi definibile, ma che per molti lettori sembra altrettanto preziosa, se non di più.

Ed ecco che cominciano i guai.

I detrattori degli e-book, infatti, sostengono che solo il cartaceo abbia davvero "un'anima", trasmetta emozioni al di là del testo, sia in un certo senso il "vero" libro; se il problema sono i soldi, esistono le biblioteche... e poi a furia di leggere su quegli schermi retroilluminati, l'emicrania è servita 

I fautori del formato digitale, dal canto loro, storcono il naso di fronte agli scaffali straripanti di volumi, magari pure in cattive condizioni.

E qualcuno, rischiando grosso (!), tocca con ironia anche il "feticismo" narcisista di certi ultras del cartaceo ("Eh, altrimenti come fanno a farcisi il centesimo selfie su Instagram?"). 

Chi ha ragione, chi ha torto?

Mah, sarà anche banale dirlo, ma forse nessuno dei due; questo, almeno, in base alla mia esperienza.

Per me, infatti, l'essenziale è arrivare al libro che cerco nel modo più rapido (e magari economico) possibile.

Lo trovo in biblioteca? Ottimo, me lo godrò dopo cena, prima di andare a letto.

C'è in e-book, magari gratis perché il copyright è scaduto? Benissimo, lo carico su PC o lettore, a seconda del momento.

E-book o cartaceo? Dilemma di libri
Il fascino ineffabile della carta stampata...

E a giudicare dalle risposte che si leggono ad esempio su Quora, mi sembra di non essere l'unico a pensarla così: in tanti, infatti, non vedono i due formati come concorrenti, bensì come complementari, a seconda del genere, delle circostanze.

Per dire, il volume di pregio con incisioni d'epoca, lì fedelmente sullo scaffale da vent'anni si ha sempre piacere a sfogliarlo; la guida turistica, invece, sta bene anche su silicio.

Poi ognuno ha le sue motivazioni, ci mancherebbe: qualcuno è soltanto troppo pigro per decidersi per una strada o per l'altra (colpevole!), altri hanno ormai abbracciato al 100% il futuro, e altri ancora amano troppo l'aroma della carta... o davvero non voglio smettere con i selfie (!).   

Insomma, a ciascuno il suo, giusto?

E a questo punto raccontatemi un po' di voi: siete tipi da e-book o da cartaceo, e perché? Se vi va, lasciate un commento; a presto :)

Commenti

  1. Ciao! Io la vedo come te! In genere preferisco la carta, ma non ho niente contro gli e-book. Come hai detto tu, sono forme complementari :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me si vede anche dai dati sulle vendite: l'ebook avanza, ma il cartaceo resiste bene :)

      Elimina
  2. Per me un libro è un libro, che sia scritto su carta, in un file pdf, oppure inciso su legno. Preferisco il formato cartaceo per ragioni personali, ma non mi permetterei mai di dire seriamente che gli e-book non sono libri (anche se magari qualche battutina ogni tanto mi è scappata :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine quel che conta è il contenuto, no? ;)

      Elimina
  3. Hai mancato
    Blogger reali o Clone bloggers? XD

    Comunque per me sempre e solo cartaceo. Innanzitutto per propensione: non riesco proprio a leggere un libro su formati elettronici (sarà un caso che hanno dato per morto l'e-book?), ma comunque io amo i libri "veri", amo impilarli, sfogliarli, averli in libreria (cioè, appunto, amo la libreria).

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, quelle lasciamole nel 2018 :D

      Quanto al resto penso che quelli che citi siano i motivi principali della "resilienza" cartacea nell'Era dell'e-book!

      Elimina

Posta un commento