WWW...Wednesday #3

Romanzi interessanti, fra antico e moderno

Nuovo mercoledì, nuovo WWW... Wednesday!

Vediamo un po' come stanno procedendo le nostre letture: come vedrete, c'è un po' di antico e un po' di moderno nel "programma" di questi giorni...


W1: Cosa sto leggendo...


La Gioia di Vivere, di Zola

La Gioia di Vivere, di Émile Zola (1884).

Da quanto avevo sentito, questo mi sembrava uno dei romanzi più "deboli" di Zola - di sicuro meno avvincente rispetto ad altre sue opere.

E invece, con mia grande sorpresa, sto scoprendo delle vicende e dei personaggi molto meno banali di quanto mi aspettassi.

Per ora, il mio giudizio è un 8/10, aspettando di vedere il finale.



W2: Cosa ho finito di leggere...

Nero, un romanzo di Emanuele Lagomarsino

Nero, di Emanuele Lagomarsino (2018)

Del romanzo di Emanuele Lagomarsino, gentilmente inviatomi da Panesi Edizioni, ho fatto una breve recensione qualche giorno fa.

Si tratta di un modo simpatico per trascorrere qualche ora, e in certi punti riesce davvero a trasmettere sensazioni forti.



W3: Cosa ho intenzione di leggere...

I Buddenbrook di Thomas Mann

I Buddenbrook, di Thomas Mann (1901)

Visto che di Mann ho già letto qualcosa (La Morte a Venezia, Tonio Kröger, Tristano) che le storie sviluppate lungo il corso di anni o decenni mi sono sempre piaciute, e che Zola ormai mi ha introdotto nel mondo delle saghe familiari, direi che è arrivato il momento di avvicinarsi a questo celebre romanzo, che valse al suo autore il Nobel per la Letteratura.


E voi, invece, cosa state leggendo, cosa avete letto, e cosa leggerete?

Se ne state parlando sui vostri blog, fatemelo sapere, passo molto volentieri a farvi visita; altrimenti, lasciate pure un commento qui sotto - a presto!

Commenti

  1. Sempre libri particolari tu XD Comunque vedo che col WWW ci hai preso la mano ;)

    Se ti va passa da me, qui il mio W..W..W.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie SimiS, passo volentieri a farti visita :)

      Elimina
  2. Wow, libri davvero super particolari! Devo essere sincera e dire che non ne conosco nessuno, ma andrò a dare un'occhiata.

    Buona lettura,
    Mon

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la visita, Mon - e auguri di pronta "guarigione" dal blocco del lettore :)

      Elimina
  3. oggi ho qualche problemino con il mio account, chissà perché non riesco a commentare loggata. pazienza.
    allora fammi dire che dopo aver visto il tuo www mi sento una completa ignorante :D libri di un certo spessore i tuoi, i miei di alto spessore hanno solo il numero di pagine.
    nell'ordine ho finito l'altro ieri sera Una lacrima color turchese romanzo brevissimo di mauro corona. ho iniziato Black Friars - L'ordine della spada di Virginia del Winter una roba da quasi 700 pagine che per portarla in giro ci vuole un trolley, che alterno con un altro fantasy Il mio splendido migliore amico di AG Haward. Per il cosa leggerò non ho ancora deciso, dipende dal tempo e dalle scadenze delle rubriche in essere ma tra i titoli papabili c'è Pulvit et Umbra di Manzini.
    buone letture

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Pulvis et Umbra ho sentito parlare molto... ci darò un'occhiata :)

      Elimina
  4. Thomas Mann mi aspetta da una vita ma rimando sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ammetto di aver aspettato un po' prima di buttarmi :)

      Elimina

Posta un commento