5 Cose Che... #3 - 5 fumetti da leggere

5 Fumetti da Leggere

Chi l'ha detto che le storie corredate da figure debbano essere solo "roba da bambini"?

Chiunque sia stato, non deve essersi ritrovato mai in mano un fumetto o un manga in vita propria: ma come ciò sia possibile non lo so, visto il successo pluridecennale di queste forme d'arte.

Per l'appuntamento di oggi, ho selezionato 5 titoli imperdibili (a mio sindacabilissimo giudizio, s'intende!)...

Eccoli!


Fumetti imperdibili: Paperino e la banda Disney
Ottant'anni... e non sentirli!

Paperi & company

OK, questo è un classico: a rispettivamente novanta e ottantaquattro anni, Mickey Mouse e Donald Duck sono tutt'altro che in pensione, e ancora oggi, con il resto della banda Disney, occupano un posto di primo piano nella cultura pop di mezzo mondo.

Paperino in particolare, poi, sembra rappresentare bene molte delle ansie dei trentenni di oggi: sempre un po' in bolletta, eterno precario, con un fidanzamento che neanche dopo settant'anni vuole sfociare non dico nel matrimonio, ma almeno in una convivenza...

Anche se ora come ora le (ri)leggo poco, ho un buon ricordo delle sue avventure.


Fumetti imperdibili: Diabolik
Partner in crime...!

Diabolici amanti

L'amor di Patria (e del thriller) non potevano farmi dimenticare Diabolik, il leggendario criminale nato da un'intuizione delle sorelle Giussani nel 1962.

Grazie anche alla svolta liberal della compagna di sempre Eva, il Re del Terrore sembra aver retto piuttosto bene l'impatto con il Ventunesimo secolo; con le sue abilità tecniche sempre impressionanti continua a stupire il suo pubblico... e a turbare le notti dell'ispettore Ginko, che quanto a resistenza non è certo da meno.

Fra una pagina e l'altra, intanto, continuo a cercare la formula per quei fantastici aghetti al narcotico...


Fumetti imperdibili: Mafalda
Piccola indagatrice di grandi problemi

Piccola grande donna

Fin dalla sua nascita nel 1964, Mafalda non si è mai tirata indietro di fronte alle complessità della vita: diseguaglianze, guerre, questioni di genere, tutto passa sotto gli occhi della precoce ragazzina disegnata dall'argentino Quino, e tutto diventa per lei e per i suoi amici fonte di dubbi e interrogativi importanti, con un certo imbarazzo degli adulti intorno a lei.

Un personaggio che sembra nato per bambini come lei, ma che ha davvero molto da dire a lettori di ogni età.


Fumetti imperdibili: il Mago Wiz
Sua bassezza regale, il Re di Id (Fair use, Link)

Sua bassezza regale

Dalla sua apparizione nel 1964, il povero mago Wiz ha avuto un bel daffare, nel piccolo regno di Id - ad esempio, vedersela con la megalomania e la totale mancanza di senso della realtà del suo Re, sempre in vena di trovare teste da far rotolare e di solito intento a sfuggire ai borbottii di perenne (e sacrosanta) disapprovazione dei bistrattati sudditi.

Eppure, al di sotto della superficie, la tragicommedia in salsa medievale di Id non manca di farci riflettere sulla follia, sul delirio di onnipotenza e sulla piccolezza di tanti Re e reucci ancora in giro per il Mondo...


Fumetti imperdibili: i Peanuts
"Noccioline" di prima grandezza!

La coperta di Linus

Ecco, i Peanuts di Charles Schultz sono stati una presenza costante nella mia infanzia: impossibile dimenticare le ansie di Charlie Brown, la coperta di Linus, le mosse da panterona di Lucy e l'indifferenza di Schroeder, le dinamiche alla Beckett fra Piperita Patty e Marcie...

...e soprattutto la genialità del dinamico duo Snoopy e Woodstock; che, diciamocelo, in molte occasioni dimostra più buonsenso dei suoi piccoli amici umani...

Ancora oggi, ad anni dalla scomparsa dell'autore e dalle ultime strisce, le noccioline più famose di sempre restano un esempio di intrattenimento pulito ma divertente, pieno di umorismo ma anche capace di affrontare con delicatezza temi importanti come la nascita di un fratellino, una malattia, una separazione...

Nel loro genere, un cult.


Queste le mie scelte: e le vostre? Se vi va, parlatemene nei commenti ;)

Commenti

  1. Ottime scelte, le tue! :)
    Diabolik è il mio fumetto preferito, lo colleziono da oltre venti anni e prima o poi vorrei scriverne una storia! P.s. io voglio gli aghi al cianuro XD
    Ti consiglio Berserk, mio fumetto preferito bis, la cui complessità e la cui scrittura sotterrano praticamente tutta la letteratura moderna e contemporanea: è paragonabile alle grandi opere.

    Come autore amo molto Ennis, che è stato insuperabile in Preacher ma è riuscito a rendere davvero al top anche il mitico Punitore della Marvel.
    Molte saghe di Batman sono poi sempre un piacere, così come molte storie Disney.
    Di recente stravedo per Fantomius di Gervasio, ossia il ladro (che fa il verso a Diabolik) che darà i natali a Paperinik :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente la tua cultura in merito è decisamente più vasta della mia: darò un'occhiata a Berserk, ho visto qualche puntata della serie secoli fa :D

      Elimina
    2. La serie non rende minimamente giustizia al valore di quest'opera: l'unica è leggersi il fumetto ... 🤩
      P.s. ma su Twitter sei attivo?

      Moz-

      Elimina
    3. Yes, il nostro handle è @ILibriRitrovati - se non sbaglio ci seguiamo già!

      Elimina
    4. Non siete così attenti allora... 😁🔥

      Moz-

      Elimina
    5. Noi abbiamo rimediato, però :D

      Elimina
    6. Parli come Venom... al plurale XD
      Comunque intendevo dire... ti ho scritto in privato su Twitter, un paio di giorni fa!

      Moz-

      Elimina
    7. Be', il progetto è plurale, in effetti - io al momento sono l'amministratore in capo per così dire :)

      Quanto al messaggio mi era proprio sfuggito, su Tweetdeck ho dodici-tredici stream aperti... comunque sì, l'ascia di guerra è sotterrata!

      Elimina
  2. Diabolik, i Peanuts, Mafalda, ottime scelte.
    I miei preferiti da sempre sono i fumetti Marvel a ruota quelli di Bonelli editore.
    Diciamo che questi ultimi invadono la mia casa essendo mio marito ed io due collezionisti incalliti. Di Bonelli ho diverse serie complete. E compro Dampyr dal primo numero.
    Ti ho salvato nel mio blog roll, alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Re del Terrore resta un must, tanto più per i lettori italiani :)

      Grazie per la fiducia, a presto!

      Elimina
  3. Cinque scelte classicissime, ma sicuramente condivisibili! Almeno un classico vero voglio proporlo anche io: Calvin & Hobbes, di Bill Watterson... Del quale ho una vignetta tatuata sul mio avambraccio sinistro! Tra i fumetti "popolari" da edicola attuali il mio preferito è sicuramente Dragonero, un fantasy della Bonelli scritto e disegnato benissimo, del quale sono già usciti diversi spinoff, romanzi, atlanti, giochi di ruolo... Dall'America voglio citare un altro fantasy, questa volta spaziale: Saga è una vera meraviglia, una storia intricata e complessa impossibile da riassumere in poche righe, ma facilissima da amare. Dal Giappone avrei anche io voluto citare Berserk, ma visto che Miki mi ha preceduto mi voglio spostare su un territorio opposto: "L'uomo che cammina" di Jiro Taniguchi. Manca un nome e allora cito l'ultimissimo fumetto che ho letto: Chanbara, scritto da Roberto Recchioni e disegnato (in maniera sublime) da Andrea Accardi. W il fumetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tatuata addirittura?!

      Questa sì che è dedizione ;)

      Elimina
    2. Fumetto e letteratura sono parte della mia vita :) Sempre a sinistra più in alto ho tatuato un tributo a Terry Pratchett, il mio scrittore preferito, fatto poco dopo la sua morte

      Elimina

Posta un commento