2019: Anno Nuovo, Aria Nuova sui Book-Blog

2019: che anno sarà per i book-blogger?

Ci siamo - stiamo dicendo addio al 2018 e ci prepariamo a vivere al meglio il 2019 in partenza.

È sempre un momento particolare, lo sappiamo: da un lato, diamo un ultimo sguardo al cammino percorso in questi dodici mesi, mentre dall'altro cerchiamo di capire come muoverci nei prossimi dodici.

Ecco: per quanto riguarda il book-blogging, ad esempio, dove stiamo andando?

Quali novità ci porterà il nuovo anno?

Be', qui in "redazione" ne parliamo da un po', e naturalmente è difficile essere d'accordo al 100%... 

...però di una cosa siamo sicuri: il 2019 sarà un anno di svolta.

I segni ci sono, e in questi ultimi due-tre mesi abbiamo cercato di parlarvene (a costo di svariati insulti...): la gente ormai è stufa dei contenuti fotocopia, delle segnalazioni copia-incolla buttate lì tipo lista della spesa, dei blog tutti uguali, della scarica di post omologati a ogni nuova uscita.

E no, non siamo noi a essere snob, come ci ha detto qualcuno: non ci credete? Guardatevi intorno.

In giro c'è voglia di originalità, di diversità, e soprattutto di libertà!

Libertà di non dover sempre correre dietro l'onda dell'ultimo romanzo di grido, ma di potersi anche rileggere con calma qualcosa di più datato; e questo è quello che ad esempio ci invita a fare l'iniziativa #laletturachenonvadimoda, appena lanciata dal blog Libri di Cristallo.  

Libertà di esplorare letterature e autori meno conosciuti (e tante volte anche molto meno "rassicuranti") del solito "brodo di giuggiole" mainstream, come cerca di fare (bene) la redazione de Il Rifugio dell'Ircocervo

Libertà di dire che questo o quel libro proprio non ci è piaciuto, al diavolo quello che la cricca di turno può pensarne; perché non è giusto doversi censurare sempre e comunque, come ci ricorda Il club dei lettori solitari con la sua rubrica No, non mi sei piaciuto.

E pure - vivaddio! - la libertà di dire che di aiuto agli scrittori (soprattutto agli esordienti) noi blogger ne offriamo ben poco, se tutti mettiamo in campo solo le stesse tecniche di promozione trite e ritrite (e questo ce lo dice Emanuela Navone, che di queste cose se ne intende di sicuro più di noi). 

Tanti piccoli segnali, insomma, captati qua e là nel corso dell'anno, che in qualche modo ci hanno fatti sentire parte di una piccola grande trasformazione in atto.

Ma quindi l'asticella sarà fissata più in alto, nel 2019?

In un certo senso crediamo proprio di sì, perché, come abbiamo detto, dopo l'esplosione del book-blogging negli ultimi due-tre anni i lettori (ma anche tanti blogger) sono alla ricerca di qualcosa di  più, di qualcosa di nuovo: i blog "clone" nel prossimo anno non avranno molte chance. 

Ma questa è anche una ventata di aria fresca, se ci pensiamo bene, perché ora tutti noi abbiamo l'occasione di liberarci dai vecchi schemi, da tutti quei "must" veri o presunti che abbiamo considerato indispensabili soltanto perché visti e rivisti sui blog "di successo" di Tizia o di Caio, che a ben vedere magari hanno solo avuto la fortuna di arrivare per primi. 

E questo magari a Tizia, a Caio e ai loro imitatori non piacerà, ma ai lettori sì: molto meglio seguire dieci blog uno diverso dall'altro che passare la vita a "sfogliare" quattrocento post tutti uguali, no?

Detto ciò... che cosa aggiungere?

Be', qui su I Ritrovati cercheremo sempre di mettercela tutta per offrirvi ogni volta qualcosa di nuovo, o almeno di raccontato in modo diverso.

Il che significa, in concreto, che rubriche fisse come il WWW...Wednesday e le 5 Cose Che... sono ufficialmente archiviate fra i ricordi del 2018: perché perdere tempo con cose che fanno tutti, quando potremmo usare quel tempo per stupirvi con altre novità? ;)  

Ed è per questo che auguriamo a tutti un 2019 ricco di letture... e ricco anche di interesse a parlarne qui con noi; buon anno! 

Commenti

  1. Doppio zero ti leggono in 4... sei l ultimo dopo l ultimo.. vai a lavorare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra i quali tu, che continui a seguirmi.

      Un lavoro al momento ce l'ho, comunque: ma se vuoi svelarmi il tuo segreto per riuscire campare tenendoti anche tutto questo tempo libero per insultare il prossimo, sono tutto orecchie...

      Elimina

Posta un commento